Esercizi Spirituali 2020 - Apostole Sacro Cuore

Istituto Secolare
Cristo in Croce
Amore Senza Confini
Istituto Secolare
Amore Senza Confini
Vai ai contenuti

Esercizi Spirituali 2020
Somasca - Lecco 17-23 luglio
Finalmente, dopo l’isolamento causato dal Covid-19, adottando tutte le precauzioni necessarie, ci siamo potute riunire per vivere insieme il momento forte degli Esercizi spirituali! Dopo una prima giornata di condivisione fraterna su come ognuna ha vissuto il periodo della pandemia (fatiche, sofferenze, nuove scoperte…), ci siamo immerse in un clima di “silenzio orante” …

Luogo: Somasca-Lecco, presso il Centro di spiritualità dei padri di S. Girolamo Emiliani, con vista panoramica su “quel ramo del lago di Como che volge a ponente...”

Data: 17-23 luglio. Giornate estive molto calde e soleggiate ci hanno fatto proiettare lo sguardo al cielo, verso il nostro “Sole vivo” che risplende sul cammino di ciascuna infondendo “vita e calore” nei nostri cuori!

Predicatore: dopo tanti anni, don Luciano Ravasio è tornato tra noi A.S.C. a presiedere il corso di Esercizi. Sacerdote della Diocesi di Bergamo, col suo carattere forte e paterno, con battute grintose e pensieri profondi, ha accresciuto in noi il fascino della vita consacrata. Essendo dotato di moderni strumenti tecnologici, ci ha portato alla scoperta di nuovi canti e ha dato la possibilità alle Apostole assenti di seguire da casa in diretta web le meditazioni.

Partecipanti: un piccolo gregge di 13 Apostole dei Centri di Milano, Bergamo e Chiavari, per Grazia di Dio, è riuscito a riunirsi, vincendo difficoltà e timori. Malgrado i volti “mascherati” e l’impossibilità di abbracciarsi fisicamente, non sono mancati i sorrisi attraverso sguardi luminosi, espressione di gioia nel vivere la comunione fraterna.

Temi: argomento principale è stato “Missione ed evangelizzazione”. In una approfondita premessa, don Luciano ha sviluppato l’importanza della contemplazione, fonte e origine della missione. Senza di essa non si può essere profetici, mentre coltivando la vita interiore, l’ascolto (“Shemà, Israel!”), e la preghiera si entra nell’intimo di Dio, si scopre il Suo Amore per noi, si crea il clima favorevole per compiere giorno per giorno la Sua volontà, trovando percorsi nuovi per rispondere alle esigenze dell’umanità. Solo così anche “l’altro” diventa mio intimo, trova spazio in me, e nasce il desiderio di un annuncio evangelico fatto col cuore, rimanendo fedeli alla propria identità di consacrate “nel” mondo, chiamate a rendere sacra ogni realtà. Siamo poi state invitate a contemplare Gesù, primo missionario del Padre, e Maria, prima missionaria che ha partecipato alla salvezza del mondo.
Argomenti successivi sono stati i consigli evangelici, le nostre 3 “potenze di vita” sempre da riscoprire e vivere con orgoglio; la santità della porta accanto, guardando ai nostri Fondatori, e la bellezza della sequela. Don Luciano ci ha lasciato 10 parole “affascinanti”, che sono l’itinerario per viverla bene: ricerca, ascolto, fede, chiamata, preghiera, sequela, missione, fraternità, testimonianza, donazione.
Il tutto, approfondito dalla Parola di Dio, da documenti del Magistero della Chiesa e le nostre Costituzioni.

Impegno: Don Luciano alla fine del Corso ci ha lasciato come compito quello di saper sorridere di più e sorridere sempre di fronte a ogni situazione, consapevoli che Dio ci ama ed è sempre con noi!

L’ultima sera c’è stata la condivisione fraterna di ciò che ognuna ha custodito maggiormente nel cuore. Io l’ho racchiuso in una frase:

Aforisma finale: all’inizio di ogni giornata bisogna saper cogliere l’azione dello Spirito Santo che opera in ogni creatura, e fare qualcosa di bello, ciò che è “meglio” e piace a Dio Padre per dare un tocco di bellezza nel mondo!   Tutto per la maggior Gloria di Dio!
Maria
Torna ai contenuti