Evento: Visita della Presidente Generale alle Apostole Sacro Cuore del Gruppo Sicilia 13/24 luglio 2016 - Apostole del Sacro Cuore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Eventi
Consiglia la pagina ad un amico!

Visita della Presidente Generale
alle Apostole Sacro Cuore del Gruppo Sicilia
13/24 luglio 2016
Dal 15/07/2016 pomeriggio al 18 mattino c’è stato un incontro con le ASC di Palermo presso i Padri “Servi dei Poveri” di P. Giacomo Cusmano. Il relatore è stato P. Salvatore Fiumanò, superiore della Congregazione.

L’arrivo delle ASC è stato accolto da parte mia e Elba in un clima di fraternità e gioia, così pure l’accoglienza, da parte del Sacerdote che ci ospitava, è stata vissuta con grande generosità e disponibilità. Dopo la sistemazione nella casa abbiamo vissuto un momento di fraternità tra di noi.

Erano presenti le ASC: Enza Randazzo, Maria Busè, Anna Maria Catanese e Paola Gambino, con la presenza della nostra Generale Elba Catalina Fleita e di una giovane di Barcellona - Imbesi Antonella - desiderosa di conoscere l’Istituto per una risposta alla chiamata del Signore.

Preghiamo perché Antonella possa scoprire ogni giorno il progetto di amore che Dio ha preparato per lei, lasciandosi guidare dalla sua grazia nel progettare il suo futuro.

In questi due giorni è stato preparato l’ambiente con la Parola di Dio, le Costituzioni e l’immagine del nostro Fondatore. Il Sacerdote ha poi tenuto due meditazioni al giorno trattando l’argomento “Passiamo all’altra Riva” di Mc 4,35 proposto del Consiglio Generale per la Formazione per l’anno 2016 facendoci meditare sulla Lettera ai Galati cap. 1/6.

E’ attraverso la Lectio della Parola di Dio, che abbiamo gustato il testo di Marco e scoperto, aiutati dallo Spirito Santo, quali sono le motivazione che Gesù ci spinge a passare all’altra riva in vista ad un apostolato. Passare all’altra riva: passare cioè alla mutazione dello Spirito mettendo Cristo al centro della nostra vita.

Siamo tutte convinte che il Signore non ci abbandona in questo momento storico che stiamo vivendo cercando di crescere insieme in comunione in servizio e disponibilità per svolgere la missione cui il Signore ci ha chiamato.

Dopo i momenti di riflessione, di preghiera e di gioiosa fraternità - l’ultimo giorno si unirono a noi le Apostole Parisi Caterina e Bonanno Licia -, abbiamo festeggiato la nostra cara sorella Randazzo Enza che giorno 25 settembre 2016 compirà 50 anni di consacrazione nell’Istituto. E’ stato suo desiderio, in occasione della presenza della Generale e dell’incontro fra noi, di festeggiare anticipatamente questo dono della sua chiamata. E’ stata celebrata l’Eucarestia come ringraziamento.

Tutte queste emozioni hanno fatto sì che tutte ci siamo caricate di coraggio, speranza per affrontare con maggiore intensità il cammino che stiamo percorrendo.  Deo Gratias!

Un particolare riferimento va alle Apostole ammalate che non sono riuscite ad essere presenti ai nostri incontri. Con Elba siamo andate a trovarle per condividere con loro la gioia della sua presenza e per mantenere vivo tra noi il legame della comunione fraterna.

Abbiamo visitato: Raccuia Letizia, Bilardo Carmela di Barcellona, Miuccio Luigina e Trignano Agatina, Basile Carmela di Barcellona, Madonia Giuseppina in casa di Maria Busè. Le ASC - Giannetto Giuseppina e Intersimone Giuseppina, Cicero Grazia e Messina Carmela non sono state visitate per motivi di salute.  Tutte si sentono vicine spiritualmente e, assicurano che offrono la loro sofferenza, sacrifici, preghiere per i bisogni dell’intero Istituto.

Questa presenza silenziosa e sofferente delle sorelle anziane e ammalate, sarà certamente di grande conforto spirituale e ci permetterà di scoprire anche alcuni valori che sono specifici di questa tappa dell’esistenza. Essi sono una ricchezza del nostro Istituto e una testimonianza vivente.
Le sorelle inferme e quelle che non vedono i frutti della loro azione offrono dolori, pene e apparenti fallimenti a Gesù e tutto accettano dal Suo Amore. (Cost.)

Tutte le Apostole hanno dimostrato gioia nell’accogliere la presenza della Generale che hanno apprezzato, per la terza volta, la sua venuta in mezzo a noi. Esso è stato molto significativo e arricchente spiritualmente: le ASC si sono sentite caricate da questo clima di serenità e spiritualità, testimoniando la gioia che viene dal Signore.

Ci siamo augurate che, questo entusiasmo e, soprattutto la forza per un nuovo cammino, possa essere sempre una fonte di benedizione per tutte noi e, nonostante le nostre infermità, paure, solitudine e angosce, affidiamo tutto al Signore sapendo che la chiamata implica anche questo.

“Tutto sia fatto nella volontà del Signore”.

Occorre coerenza e perseveranza e, soprattutto essere fiduciosi della presenza di Dio che non ci abbandona mai. Gesù desidera che non perdiamo mai la speranza. E’ Lui il pescatore divino.

Ricordiamo che malgrado le tempeste, la barca va avanti. Ritorniamo al Signore che ci ha chiamato, non per soffrire ma per essere fecondi. Ritorniamo alla sua misericordia sapendo che il Signore è veramente provvidente!  Che tutte noi ASC possiamo aprirci alla Misericordia, - Papa Francesco ce lo ha ricordato in quest’anno dedicato alla misericordia -  e possiamo dire insieme al Salmista: “Nella tua misericordia ho confidato.

Gioisca il mio cuore nella tua salvezza, e canti al Signore, che mi ha beneficiato” (Sal13,6).

Chiediamo, ancora, al Signore di vivere con serenità e di creare climi sereni nella nostra nuova “Provincia” e nei “Centri”, in modo che la barca non perda la calma e non perda di vista la promessa che la spinge verso l’altra riva.

Tutte siamo state contente della presenza di Antonella e preghiamo perché possa rispondere con generosità alla chiamata del Signore e nella crescita del nostro Istituto. Questo è il tempo favorevole per intraprendere un cambiamento, un cambiamento di cuore e per dare un passo nuovo e decisivo al nostro cammino spirituale. La nostra speranza è Gesù e, per questo, chiediamo a Lui di essere sempre la nostra guida e la nostra luce per irradiare nel nostro ambiente, nella vita di tutti i giorni, quella testimonianza, quella gioia che il mondo non può dare. Essere, cioè, fiamme vive dell’amore infinito ed eterno del Padre ed essere segno di speranza per il mondo intero, suscitando vocazioni speciali al sacerdozio e alla vita consacrata.

Questo anno Giubilare è stato, un tempo speciale di grazia che ci ha aiutato a riscoprire la bellezza dell’amore compassionevole di Dio. Facciamo tesoro di tutto questo e, cerchiamo nella realtà di questo nuovo tempo culturale, i nuovi destinatari della missione.

La nostra cara Madre del Buon Consiglio, i nostri patroni Santa Teresina e San Francesco Saverio, i nostri Fondatori intercedano per noi ad essere fedeli al carisma vissuto in questo tempo.

Ringraziamo il Signore per le meraviglie compiute in questi giorni e tutte insieme, in un sol cuore e in un’anima sola, diciamo: GRAZIE GESU!
Paola Gambino


Gesù solo!

Rendo partecipi tutti, della mia gioia per il dono ricevuto da parte del Signore cinquant'anni fa, 25 settembre 1966 - 25 settembre 2016.

Ricordo ancora con trepidazione e gratitudine il mio primo sì. Oggi più che mai sento ancora di più tanta gioia e riconoscenza.

Dopo avere sentito la prima chiamata, l'Amore a Gesù mi sorprende giorno dopo giorno sempre di più, tanto da volere e desiderare che la mia vita sia sempre un inno di ringraziamento a Lui per questa Sua chiamata, per le grazie a me concesse per camminare alla Sua sequela. Sento a me vicino i primi superiori che godono già la visione del Padre.

Lode a Maria Madre del Buon Consiglio che giorno dopo giorno mi ha condotto al suo Figlio Gesù.
Dopo aver conosciuto l'istituto, accettato di fare parte, subito mi affascinò il suo fine specifico: potere offrire ogni giorno preghiere, sofferenze, aiuto morale per le vocazioni e santificazione dei consacrati; avevo capito che farne parte era la Volontà di Dio. Da tempo questo desiderio l’avevo coltivato nell'Azione Cattolica.

Concludo questa mia esperienza lodando Dio e offrendo tutta me stessa per la Sua maggior Gloria e il trionfo del Suo Sacro Cuore Misericordioso.
Enza Randazzo
Compagnia Apostole del Sacro Cuore
20155 Milano (Italy) Via Arnaboldi, 2 - CF: 84002700155
Torna ai contenuti | Torna al menu