Evento: Lima: IV Incontro Latinoamericano gennaio 2017 - Apostole del Sacro Cuore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Eventi

IV Incontro Latinoamericano 16/19 gen. 2017 Lima - Perù


 
Che grande emozione!
 
Noi, ASC italiane, (un piccolo gruppo) abbiamo avuto la gioia di partecipare al IV incontro Latinoamericano che si è svolto a Lima – Perù dal 16 al 19 gennaio 2017.
La nostra Generale, Elba, e la responsabile Provinciale del Perù, Gladis, ci hanno accolto con grande calore facendoci sistemare in un Hotel in attesa di andare nella casa di spiritualità dove si sarebbe svolto l’incontro.

Il 16 gennaio 2017 è cominciato l’incontro. Eravamo circa 63 ASC, proveniente da: Argentina, Venezuela, Bolivia, Perù. Eravamo alloggiate in un luogo bellissimo, tranquillo dove l’ospitalità è stata meravigliosa. Durante i tre giorni e mezzo, i relatori, con un linguaggio facile e chiaro, ci hanno illustrato i vari temi proposti:
 
ASC, chiamate a vivere pienamente nella storia un Nuovo Cielo e una Nuova Terra: sfide per il presente e per il futuro”.
Lunedì: “Conoscere e abbracciare il mondo per abitarlo fraternamente” (L’evangelizzazione nell’era digitale);
Martedì: “Il discernimento come atteggiamento quotidiano e permanente: modo e stile di vivere in questa casa comune”
Mercoledì: “Un cielo Nuovo e una Terra Nuova: sfide per il presente e il futuro”;
Giovedì: ASC, testimonianza del Regno definitivo.

Il tutto è stato ben ritmato dagli orari della giornata con momenti di preghiera comunitaria, di meditazione personale, lavori di gruppo e momenti allegri fraterni.

Il 19 gennaio, è stato giorno di festa e di gioia per le Consacrazioni.
La celebrazione Eucaristica è stata presieduta dal carissimo Vescovo Mons. Oscar Mignarro.
C’è stata una ASC che è entrata in Istituto con la prima probazione; tre ASC hanno continuato il loro cammino con la seconda probazione; tredici ASC, con gioia ed emozione, hanno rinnovato la loro consacrazione con voti temporanei e una ha coronato la sua vita d’amore con il Signore con la consacrazione perpetua, dove ha ricevuto l’anello nuziale facendola sposa di Gesù per sempre!

L’ampia chiesa ha vibrato di emozione grandissima, il coro composto da chitarre, strumenti musicali e cantanti, ha completato la nostra grande gioia con musiche e canti meravigliosi che ci elevavano in alto…. Bisognava esserci e ascoltare gli applausi e gli “ululati”! …
 
Alla fine, con gioia, ringraziandoci a vicenda del dono ricevuto abbiamo brindato alla Sposa ritrovandoci insieme a tavola chiudendo così il nostro incontro ….
 
Ringraziamo Dio per le meraviglie che Lui opera sempre in noi e Gli domandiamo la grazia della perseveranza nella fedeltà alla sua chiamata, seguendolo con generosità, sempre, nelle vie del mondo incontrandolo nei nostri fratelli.
 
Già da tempo, pensando all’incontro, al rivedere le sorelle e al confrontarci insieme con fraternità pregustavo la gioia di queste giornate che si sono rivelate al di là di ogni previsione, sempre più ricche di emozioni e cariche di affetto reciproco e di gioia.
 
Durante le relazioni abbiamo riflettuto sul discernimento e sul servizio: ciascuna di noi è chiamata a vivere il proprio compito con impegno e disponibilità, consapevole di essere un semplice strumento nelle mani del Padre dal quale si lascerà umilmente guidare e plasmare attraverso la Sua Parola.
 
Grazie a queste riflessioni le nostre giornate a Lima sono state molto utili e ricche di contenuti formativi, allietate dalla serenità e cordialità di tutte le ASC americane e italiane, completate dalla visita turistica nella città di Lima e, per finire da un pranzo fraterno in riva all’oceano tra le bellezze di una natura stupenda.
 
Una mia riflessione
 
La gioia è sempre frutto dello Spirito e si consolida anche nelle prove della vita. Il Vangelo invita alla gioia! Non c’è santità nella tristezza! La gioia è la bellezza della consacrazione. Ed è questo che abbiamo sperimentato tutte in questo meraviglioso incontro!
 
In sintonia con il tema “ASC, chiamate a vivere pienamente nella storia un Cielo Nuovo e una Terra Nuova”, mi sembra che il messaggio sia molto chiaro: “Questa è la via: chiamate dal Signore a seguirlo nel mondo, portare amore nel mondo, amando prima di tutto Lui con tutto il cuore e amando ogni fratello con cuore paterno e materno. Non lasciamoci prendere dall’abitudine diventando “insipidi”. (Papa Francesco). Se anche il sale perde il sapore, con che cosa verrà salato? (Lc 14,34)
 
In tutti gli ambiti in cui viviamo occorre, quindi, stare “dentro” a situazioni anche se ci sembrano contraddittorie, senza mai perdere la speranza testimoniando la carità al di là di tutto!
 
La gioia fondata sulla speranza è quella che ci aiuta a far combaciare la nostra vita su quella di Cristo; è secondo me frutto della preghiera fatta con il cuore; una preghiera continua e con impegno, giorno dopo giorno. Questa preghiera ci ottiene la pace interiore e la forza di continuare lottando.  Sapendo che Lui, Gesù Cristo, accetta di fare la volontà del Padre fino alla morte di croce per adempire il progetto di salvezza, di amore per noi… credo che non possiamo percorrere un’altra strada e dobbiamo anche noi abbracciare la croce che porta alla resurrezione.  Non è facile questo, ma pensiamo che Lui è sempre con noi e il pensiero del suo amore costante e fedele per noi è il frutto della nostra gioia.
 
Ancora una volta la nostra Generale ci ha incoraggiato a vivere l'unità, segno inconfondibile della presenza di Cristo tra noi. Essere fedeli al carisma, creando e favorendo un clima di fiducia e unità. ''Tanto più sarete unite, tanto più Gesù sarà in mezzo a voi''.
 
Colgo l'occasione per ringraziare tutte le ASC per i bei momenti vissuti insieme fraternamente e gioiosamente.
Nel mio cuore e nella mia mente risuona il salmo 133: ''ecco quanto è bello che i fratelli siano insieme''.

Grazie di cuore!
 
                                                                                 Paola Gambino
Compagnia Apostole del Sacro Cuore
20155 Milano (Italy) Via Arnaboldi, 2 - CF: 84002700155
Torna ai contenuti | Torna al menu